La seconda parte della Collezione di Bernard Milland all'asta mercoledì a Vichy

Image

Dopo il successo della vendita all'asta della prima parte della collezione di strumenti e archetti appartenuti a Bernard Millant, gli eredi hanno deciso di affidare a Vichy Enchères anche la seconda parte, non meno importante di quella venduta lo scorso anno dalla casa d'aste guidata da Etienne Laurent.

Ad essere venduti all'incanto mercoledì 5 dicembre saranno 116 lotti, la cui stima va da €300 a €150.000. Gli esemplari più preziosi sono: due magnifici archi per violino, montato uno in oro e l'altro in argento, di François Xavier Tourte (stima: €100.000-120.000 e € 130.000-150.000), un arco per violoncello montato in argento di Dominique Peccatte (€130.000-150.000) e il violino di Jean-Baptiste Vuillaume "Faggiano d'oro" (Parigi 1862; €120.000-150.000). Pierre Amoyal suonò questo violino dopo il furto del suo Stradivari. Di questo strumento Millant amava ripetere: «Non ci stanchiamo mai di guardarlo in ammirazione, e più lo guardiamo più ce le innamoriamo».

«Era desiderio di mio padre - ha riferito Catherine Millant - che questa collezione di archi e violini, che diede grande felicità alla sua vita, fosse disseminata sotto i colpi del martello del banditore (...). Questi violini e archetti sono lì per essere suonati, amati e ammirati. Saranno nuovamente la gioia di musicisti e collezionisti».

fotografie