Addio ad Antonio Anselmi, violino solista de I Musici

Image

«Il nostro caro Antonio non è più su questa terra... Vogliamo immaginarlo a suonare il suo adorato violino in mezzo agli Angeli del Cielo... solo così riusciamo a lenire il dolore per la sua perdita...». Così sui canali social dell'ensemble italiano I Musici è stata annunciata la prematura scomparsa di Antonio Anselmi, primo violino solista della formazione, morto lo scorso lunedì 8 luglio a soli 50 anni a causa di una grave malattia. Nato a Palermo da una famiglia di musicisti, si era formato dapprima al Conservatorio dell'Aquila, quindi negli Stati Uniti con Zinaida Gilels, terminando gli studi alla Boston University. Ospite di alcuni dei più prestigiosi festival internazionali, è stato invitato come “Guest Concert Master” da alcune delle più importanti orchestre tra cui la Chamber Orchestra of Europe. Insegnava violino al Conservatorio “Giuseppe Martucci” di Salerno e di recente è stata pubblicata da Sony la sua incisione delle Quattro Stagioni di Vivaldi. I funerali si sono tenuti martedì a Napoli, dove viveva da diversi anni insieme alla compagna. A Pescara lascia la madre, nota clavicembalista e didatta, Wanda Anselmi, che si era trasferita sulla costa dall’Aquila dopo il terremoto del 2009, oltre a lasciare un enorme vuoto nel panorama musicale e violinistico italiano. Numerosi messaggi di cordoglio sono giunti da colleghi, amici, allievi e conoscenti.

Annalisa Lo Piccolo