Andrea Obiso nuova Spalla dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia

Image

Il venticinquenne palermitano Andrea Obiso è il vincitore del Concorso indetto dall’Accademia Nazionale di Santa Cecilia per la selezione del nuovo Primo Violino Solista, che ha visto più di ottanta concorrenti provenienti da tutto il mondo. In finale ha avuto la meglio  sugli altri tre concorrenti stranieri, un francese, un giapponese e un romeno. Subentrato a Roberto Gonzalez-Monjas, assumerà l'incarico dopo l'estate alternandosi con l'attuale Primo Violino Carlo Maria Parazzoli.

«La prova finale per Santa Cecilia - ha raccontato - è stata una esperienza unica, piena di tensione positiva. Con Pappano nelle prove c'è stata subito una intesa molto particolare. Ci siamo capiti al volo. Essere il Primo Violino di Santa Cecilia è una bella responsabilità ma mi sento incoraggiato da tutta l'orchestra. La mia sfida ora è crescere a 360 gradi, un musicista deve essere completo e in grado di mettersi alla prova in ogni contesto».

Andrea Obiso si è avvicinato alla musica a 4 anni grazie ai genitori - papà insegnante di violino, la mamma di pianoforte - e a sei anni è entrato al Conservatorio di Palermo dove a soli 14 anni si è laureato con lode e menzione speciale. A dodici anni ha debuttato come solista con l'Orchestra Sinfonica Siciliana. Nel 2005 è stato lo studente più giovane ad essere ammesso all’Accademia Chigiana di Siena. Tra i numerosi riconoscimenti internazionali ottenuti,nel 2017 ha conquistato il secondo Premio (con Primo non assegnato) al 66° Concorso Internazionale ARD di Monaco e il primo Premio e il Premio del pubblico al Prix Ravel. È stato inoltre premiato al Concorso "Khachaturian" in Armenia, al "Tchaikovsky" Competition for Young Musicians in Corea e al “Sendai" International Music Competition” in Giappone. In Italia ha vinto la Rassegna di Vittorio Veneto. 

Nel 2017 si è esibito a Monaco di Baviera come solista con la Symphonieorchester des Bayerischen Rundfunks e l'anno seguente ha debuttato alla Berlin Philarmonie con la Deutches Symphonie Orchester Berlin. Nel 2019 si è laureato nella classe di Aaron Rosand e Midori Goto al Curtis Institute of Music di Philadelphia; tra le altre discipline approfondite al Curtis, Andrea ha studiato direzione d'orchestra, contrappunto, improvvisazione ed estetica musicale.

Andrea Obiso suona un violino Giuseppe Guarneri del Gesù del 1741 affidatogli dalla NPO "Yellow Angel" ed un arco E. Pajeot di proprietà della Nippon Violin Co. Ltd. di Tokyo.

Un'ampia intervista al violinista siciliano era uscita su Archi Magazine n.71 di Maggio-GIugno 2018

Annalisa Lo Piccolo