Il Quartetto Shaborùz vince il Concorso "Piero Farulli" per Quartetti d'Archi Junior

Image

Al termine della finale di sabato è stato il Quartetto Shaborùz (Italia) ad imporsi al Primo Concorso Internazionale "Piero Farulli" per Quartetti d'Archi Junior. Il secondo Premio è andato a Quartetto Kaleidos (Italia) e il terzo, insieme al Premio per il Quartetto più giovane è andato al Stars Aligned Siblings (Stati Uniti), formazione composta da quattro fratelli tra gli 8 e i 13 anni celebrata dagli organizzatori come “un miracolo di musicalità, una straordinaria promessa del concertismo nonostante l’età così precoce”.

Il Quartetto Shaborùz, costituito da Angela Tempestini e Amedeo Ara al violino, Caterina Bernocco alla viola e Marina Margheri al violoncello,  si è formato nel 2017 a Fiesole sotto la guida di Edoardo Rosadini. Nel 2018 e 2019 si è guadagnato due borse di studio per merito, esibendosi a Siviglia e a Salvador de Bahia in Brasile nel 2020 in due concerti organizzati dall'associazione Orchestra Neojiba per il 250° anniversario della nascita di Beethoven.  

Le fasi finali del Concorso – riservato ad ensemble i cui componenti non superassero, complessivamente, 80 anni - si sono svolte in forma virtuale, venerdì e sabato scorsi, e sono ora rese pubbliche sul canale YouTube di Farulli 100.
Queste le parole del presidente della giuria Bruno Giuranna at termine del Concorso: «Desidero congratularmi con tutti i partecipanti per l’ottimo livello raggiunto e per il lavoro svolto di fronte a tanta dedizione si vorrebbe davvero premiare tutti. Auguro a voi tutti di continuare il cammino che avete intrapreso, ricordando che la materia con cui la nostra professione ci mette in contatto, la musica, è l’arte più alta in cui l’essere umano si sia mai manifestato. Mantenete vivi la gioia e l’entusiasmo di fare la professione più bella del mondo».