Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana, denunciati in 47 per assenteismo

Image

Un orchestrale e altri quindici dipendenti della Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana (addetti all’area amministrativa, tecnica e alla direzione artistica) insieme a trenta lavoratori “ex P.i.p.”, assegnati dal Dipartimento Regionale del Lavoro alla Fondazione con mansioni di pulizia, manovalanza, giardinaggio, servizio di maschera in sala, centralino e portineria, sono stati denunciati per truffa aggravata nei confronti della Regione Siciliana. Così si è conclusa un'indagine della Digos sul Teatro Politeama, coordinata dalla Procura di Palermo. I dipendenti sono stati ripresi dalle telecamere nascoste, piazzate dalla polizia durante la primavera del 2019, mentre passavano il badge per poi andare al supermercato, dal barbiere, a far lavare la propria auto oppure a fare una passeggiata.

«La gravità dei fatti accertati e la loro reiterazione nel tempo – si legge in una nota della Polizia - ha consentito di cristallizzare un quadro di marcata e diffusa illegalità, posta in essere attraverso allontanamenti di diverse ore dal luogo di lavoro con l’obiettivo di svolgere faccende di carattere strettamente personale».

Alcuni lavoratori della portineria sono stati inoltre ripresi mentre consumavano marijuana. A casa di uno di loro è stata poi trovata anche un’altra sostanza stupefacente.

«Stiamo valutando, con il CdA della Fondazione e come organismo ispettivo, le misure da intraprendere in attesa dell'evolversi della vicenda giudiziaria – ha commentato l'assessore al Turismo, Sport e Spettacoli, Manlio Messina -. Certamente, coloro che risulteranno dipendenti infedeli verranno messi alla porta senza se e senza ma. I fatti emersi, da quello che leggiamo, sono gravissimi e i provvedimenti saranno consequenziali e proporzionati. È inconcepibile, ancor più in un momento di crisi, che dipendenti con uno stipendio assicurato e che dovrebbero avere rispetto assoluto nei confronti delle istituzioni e di chi non riesce ad arrivare fino alla fine del mese, si possano comportare in questo modo».