Dal 2 al 4 dicembre online il Convegno internazionale sul ruolo della musica nella formazione

Image

Si svolgerà in modalità online dal 2 al 4 dicembre il convegno Formazione 2020: Musica e Conoscenza, organizzato presso la Scuola di Musica di Fiesole nell’ambito del progetto “Farulli 100, nella ricorrenza dei cento anni della nascita del grande violista fiorentino (1920-2012). Il convegno, inizialmente previsto in presenza a ottobre, è stato posticipato e spostato sul web a causa dell’emergenza pandemica.

Nella prima giornata dedicata a "Musica e Neuroscienze" si parlerà dell’impatto della musica sullo sviluppo celebrale, in termini sia cognitivi che emotivo-affettivi e dell’uso della musica come strumento terapeutico. Tra gli ospiti della prima giornata i due neuro-scienziati Jean Pierre Changeux e Katrin Amunts, direttrice scientifica dell’Human Brain Project. Alle ore 17 dopo una conversazione sul tema "Le vibrazioni dell’universo: conversazione sul tema dell’infinito in Beethoven" con l'astrofisico Andrea Cimatti, il musicologo Sandro Cappelletto e il violinista Cristiano Gualco, il Quartetto di Cremona eseguirà il Quartetto op.131 dello stesso Beethoven.

Michele Dall'Ongaro presiederà la seconda giornata (3 dicembre) sul tema “Musica e formazione”. Tra i tanti relatori in programma ci saranno anche Antonello Farulli,Salvatore Accardo, Pavel Vernikov, Svetlana Makarova e Lorenza Borrani.

Nella giornata finale (4 dicembre) dedicata a “Musica e società” si dibatterà sul ruolo sociale della musica soprattutto in luoghi di deprivazione come le carceri e le periferie difficili, ma anche della musica come strumento di pace attraverso l’esperienza di Ramzi Aburedwan a Ramallah. Luigi Berlinguer, Presidente del Comitato nazionale per l’apprendimento pratico della musica per tutti gli studenti parlerà de “La musica nella scuola e nella società italiana: quarant’anni di battaglie culturali”.

Dopo un saluto di Riccardo Muti al termine del Convegno sarà condiviso un documento rivolto al Ministro dell’Istruzione e al Ministro dell’Università e ricerca scientifica per ribadire l’importanza dell’introduzione della musica come pratica attiva nelle scuole di ogni ordine a grado, a partire dalla scuola materna.

La partecipazione al Convegno è gratuita ma è necessaria ed obbligatoria l'iscrizione in anticipo a questo link.

Il programma del Convegno è visionabile qui.