Record d'iscrizioni al Concorso Bottesini, in programma a metà ottobre

Image

Nonostante la pandemia, il delicato contesto internazionale e la crisi economica ed energetica, il Concorso Bottesini, ideato nel 1989 da Franco Petracchi e oggi diretto dal cremasco Francesco Daniel Donati de' Conti con la direzione artistica di Enrico Fagone, continua la sua crescita.

Sessanta tra i migliori contrabbassisti under 35 del mondo si ritroveranno a Crema dall'11 al 16 ottobre per darsi battaglia a colpi d'arco davanti ad una giuria internazionale presieduta Bruno Giuranna.

Un numero importante per il mondo del contrabbasso che supera quello delle passate edizioni (55 nel 2017 e nel 2019). Saranno 28 le nazioni in gara da ogni angolo del mondo, confermando la grande attrattiva internazionale della manifestazione cremasca.

«Questi giovani formano quasi un'armata, ma non sono portatori di guerra, al contrario trasmettono segnali di pace e di fratellanza – hanno scritto gli organizzatori in un comunicato -. Parlano tutti la stessa lingua, quella lingua universale della musica, uno strumento di comunicazione così potente da vincere le differenze e parlare ai cuori delle persone. Sono tutti accomunati da un nome: Giovanni Bottesini. Il musicista e compositore cremasco rappresenta per loro una leggenda, il più grande virtuoso del contrabbasso, colui che compose i brani solistici più belli per questo strumento, tanto da conferirgli una nuova dignità. Hanno tutti lo stesso sogno: vincere il Concorso Bottesini e associare per sempre il proprio nome a quello del “Paganini del Contrabbasso”».

Altre News