Parata di grandi nomi dell'archetto in arrivo allo Stauffer Center for Strings

Image

Lo Stauffer Center for Strings di Cremona ha reso noto il proprio programma accademico 2022 – 2023: oltre agli "storici" Maestri dell’Accademia - Salvatore Accardo, Bruno Giuranna, Antonio Meneses, Franco Petracchi e il Quartetto di Cremona -, sono in programma masterclass di violino con Michael Baremboim, Vadim Repin, Gil Shaham e Pinchas Zuckerman; di viola con Lawrence Power e Antoine Tamestit; di violoncello con Sol Gabetta, Steven Isserlis, Mischa Maisky e Alisa Weilerstein; di contrabbasso con Lorraine Campet e Wiles de Boevé. CI saranno inoltre Elisa Citterio e Maddalena Del Gobbo (Baroque Strings); Aleksey Igudesman, Viktoria Mullova con Matthew Barley, Abel Selaocoe (Strings Ensemble); il Maisky Trio, Gabriela Montero e Pablo Ziegler (Piano & Strings); Avi Avital (Mandolin & Strings); Elena Urioste (Music & Mindfulness).

Si rinforzano ed allargano le collaborazioni istituzionali con la Juilliard School, il Royal College of Music di Londra, la School of Music dell’Università di Yale, l’Università di Harvard, la Saïd Business School dell’Università di Oxford, l’Università Sorbona di Parigi. «Una Stauffer, dunque, sempre più aperta al mondo ed innovativa, grazie anche allo sviluppo e la crescita di programmi formativi fortemente innovativi e percorsi didattici esclusivi», ha commentato il direttore generale Paolo Petrocelli.

Fra tutti, il Concertmaster Artist Diploma, il corso di formazione avanzata (alla sua seconda edizione), che offre l’opportunità di studiare con dieci Primi Violini di Spalla provenienti da alcune tra le più importanti orchestre europee, e gli Stauffer Labs, i dipartimenti creativi finalizzati a fornire al musicista di domani tutti gli strumenti necessari per diventare un professionista sempre più consapevole e preparato ad affrontare le nuove sfide globali e ad esplorare nuovi territori artistici.

«Un progetto artistico e culturale il nostro – continua Petrocelli - che continua a mettere al centro il merito e il talento, attraverso il sostegno diretto e concreto a centinaia di allievi a cui viene data la possibilità di accedere all’intera offerta formativa in modalità interamente gratuita, grazie allo straordinario impegno della Fondazione Stauffer».

Altre News