Tarisio annuncia “GiveBack”, un’asta speciale a sostegno dei musicisti colpiti dall’emergenza Covid-19

Image

La casa d’aste Tarisio presenta GiveBack, un’asta straordinaria a sostegno dei musicisti che sono stati profondamente colpiti a livello economico dall’epidemia del Coronavirus.

«In momenti come questi – si legge in un comunicato -, in questa situazione senza precedenti, sostenere le proprie comunità è fondamentale. La nostra è rappresentata dai musicisti di tutto il mondo: non solo clienti ma soprattutto amici. Orchestre sono state licenziate, contratti sono stati cancellati, i freelance sono rimasti senza lavoro. Faremo il possibile per dare una mano».

A questo importante proposito Tarisio dedica la sua asta del mese di maggio: l’importo totale delle commissioni sarà suddiviso in quote di donazione da $600 ciascuna, e la casa d’aste prevede di distribuire un ammontare complessivo di circa $100.000 in sovvenzioni. Qualsiasi musicista, da qualunque parte del mondo, può richiedere di partecipare alla distribuzione delle singole quote, che verranno assegnate mediante sorteggio.

Unica nel suo genere, l’asta proporrà all’incanto 10-20 strumenti. Sono già stati consegnati lavori di Fagnola, Pistucci e Capicchioni e avvicinandosi alla vendita verranno resi noti gli altri esemplari. Chiunque desideri partecipare o contribuire può mettersi in contatto con la casa d’aste.   

Come di consueto per le aste di Tarisio, anche questa si svolgerà online; tuttavia, date le circostanze legate all’epidemia, in quest’occasione sarà possibile vedere gli strumenti  solamente online. In luogo della visualizzazione dal vivo dello strumento, saranno proposte valide alternative virtuali, per rendere la scelta il più informata possibile.

Il catalogo sarà disponibile sul sito www.tarisio.com a partire dal 15 aprile e fino al 1 maggio sarà possibile presentare la propria offerta. Il termine ultimo per richiedere l’accesso alle sovvenzioni, invece, è sabato 25 aprile, con le modalità indicate nella pagina dedicata (www.tarisio.com/giveback) e compilando l’apposito formulario. 

Annalisa Lo Piccolo