Ultimo numero

luglio-agosto 2019

Image

Acquista la rivista cartacea                                     Acquista in versione pdf

Siamo felici di dedicare la copertina del numero estivo di Archi Magazine ad Enrico Onofri, vincitore lo scorso 30 maggio del Premio Abbiati quale miglior Solista del 2018. «Virtuoso del violino (tanto da solista, quanto da maestro concertatore e didatta) – questa la lusinghiera motivazione che ha accompagnato l’assegnazione –, Onofri rappresenta l’ideale prosecuzione della scuola violinistica italiana compresa tra Corelli e Paganini. La sua assidua attività concertistica internazionale [...] coniuga lo studio e la pratica delle prassi esecutive storiche con un senso di artificio e naturalezza capaci di riportare in auge l’antico concetto di sprezzatura». Nell’intervista di Gioele Gusberti il neo direttore musicale dell’Academia Montis Regalis si racconta parlando di prassi esecutiva, dello stato di salute della musica, del pubblico e degli studenti di oggi, di tecnologia, di incisioni discografiche e della sua “semi-integrale” delle Sonate e Partite di Bach.

Nella rubrica Grandi Strumenti Alberto Giordano ci presenta un violino (Genova 1900) di Eugenio Praga, uno dei più interessanti liutai italiani del secondo Ottocento, apprezzato anche come restauratore e archettaio. Praga fu il primo curatore dopo la morte di Paganini del celebre Cannone e il primo liutaio a poterne trarre un accurato modello, utilizzato poi nella sua produzione successiva, nella quale seppe armonizzare con grande intuito «il senso dell’antico con l’estetica della liuteria contemporanea».

Simone Gramaglia dedica la rubrica L'Angolo del Quartetto a Giacinto Scelsi e al suo originalissimo Terzo Quartetto per archi inciso dal Quartetto Arditti.

Domenico Nordio in ControArco riflette sugli inconvenienti che possono accadere durante un concerto quando si ha davanti un pubblico poco rispettoso...

Nella sezione dedicata alla didattica Alfredo Trebbi si occupa di "scuola di pulizia"... confrontando il lavoro di un musicista a quello di una lavatrice! Marco Fiorini invece completa l'analisi del primo movimento del Quinto Concerto per violino di Henri Vieuxtemps iniziata sul numero scorso esaminando la mano sinistra a la Cadenza.

Completano poi questo numero i reportage dei nostri inviati Luca Segalla e Annalisa Lo Piccolo sull'ultima edizione del Concorso Internazionale “Valsesia Musica” per Violino ed Orchestra vinto ex aequo da un italiano e una giapponese, sul Festival Trame Sonore di Mantova (200 appuntamenti concertistici in appena quattro giorni!) e  sul 47° Congresso Internazionale dell’ESTA, che dal 26 aprile al 1° maggio ha animato l’intera città di Cremona richiamando docenti di strumenti ad arco da tutto il mondo.

Completamo questo numero un'ampia sezione dedicata alle ultime notizie, ai risultati dei concorsi e agli appuntamenti dell'estate, una doppia intervista a cura di Silvia Mancini ai Primi Violoncelli de I Pomeriggi Musicali - Simone Scotto e Andrea Favalessa -, oltre alle consuete rubriche di concerti, corsi e masterclass, concorsi, audizioni per orchestra.